Damien Echols, la caccia alle streghe e la magia nel braccio della morte

Oggi voglio raccontarvi una storia.Un pomeriggio di maggio del 1993, nella piccola cittadina di West Memphis, in Arkansans, scomparvero tre bambini di otto anni. I loro corpi furono ritrovati il giorno dopo, nudi e legati con i loro lacci delle scarpe, orrendamente picchiati e gettati in un torrente.

La scena del crimine non fu mai messa sotto sicurezza, molti indizi vennero distrutti, l’unica cosa plausibile per la polizia di West Memphis era pensare ad un sacrificio di origine satanica. Il giorno dopo fu chiamato un funzionario che si interessava dei minorenni della contea, il quale diede subito un nome: Damien Echols, un ragazzo di diciott’anni con i capelli lunghi e neri, che ascoltava Heavy Metal, andava con lo skateboard, aveva gli orecchini e leggeva libri di magia, wicca e spiritualità.

Poco dopo ebbero anche i nomi di altri due ragazzini minorenni: Jessie Misskelley Jr. , un diciassettenne con problemi di ritardo mentale e Jason Baldwin, amico di Damien e fan anche lui dei Motley Crue, dei Metallica e della musica metal.

Nonostante non trovarono mai prove a loro colpa, nonostante i loro alibi non vennero considerati i tre ragazzi furono subito messi sotto processo per omicidio: il clima d’isteria e la bigottaggine di quella piccola cittadina fece addirittura sì che molte persone testimoniarono falsità nei loro confronti. Come prove della colpevolezza furono presentate amenità come il fatto che Damien aveva i capelli neri e lunghi, si vestiva di nero, possedeva libri di Aleister Crowley e un libro delle ombre.

Ah sì, come prova fondamentale c’era anche quella che tutti e tre ascoltavano Heavy Metal, la musica di satana. Alla fine tre ragazzi con processi separati vennero reputati colpevoli della morte dei bambini e condannati: Jessie e Jason, in quanto ancora minorenni, all’ergastolo; mentre Damien che aveva diciott’anni alla pena di morte tramite iniezione letale.Damien trascorse 18 anni nel braccio della morte, attendendo l’esecuzione. Fu liberato insieme agli altri nel 2011, quando grazie a Lorri, la donna che sposò in carcere, il caso venne riaperto.

Fu effettuato il test del DNA che non trovò alcuna traccia dei prigionieri accusati, e migliaia di persone, tra cui Johnny Depp, Peter Jackson, Eddie Vader si adoperarono per dimostrare la loro innocenza. I tre uomini sono stati sì liberati, ma a patto che attraverso un sottile cavillo burocratico si dichiarassero colpevoli, in modo che lo stato dell’Arkansas non dovesse risarcirgli un solo giorno dei 18 anni trascorsi in prigione, o nel braccio della morte.Ora io non so perché questa storia mi ha preso così tanto.

Forse perché quando qualcuno di innocente viene condannato a morte è una cosa che riguarda ognuno di noi.

Forse perché io in Damien mi ci riconosco.

Ricordo bene quando alle medie iniziai ad ascoltare punk e metal, a vestirmi con catene, pantaloni larghi e matita nera sotto agli occhi.

Ricordo bene come certe mamme di alcuni miei amici non erano per niente contente che ci frequentassimo. Ricordo anche i miei primi concerti, i festival metal, i gruppi punk nei centri sociali. Per la prima volta in vita mia non mi sentivo giudicata o guardata dall’alto in basso, con la puzza sotto il naso.

Per la prima volta mi sentivo amata, accettata, compresa, con i miei modi di fare un po’ grezzi e carrozzina compresa. Nessuno ti giudicava, potevi fermarti per ore a parlare coi ragazzi di musica, a parlare di di tecnica con altri chitarristi. a bere birra fantasticando sui vinili e cantando i Pantera a squarciagola con gli sconosciuti. I cosiddetti metallari, i rocker, i punk, sono le persone più meravigliose che abbia mai conosciuto, che mi han fatto sentire a casa, in famiglia.

Che mi hanno apprezzata per quello che sono, con i piercing, con i tatuaggi, con i miei anfibi, con la mia sedia piena di borchie. La sua autobiografia l’ho letteralmente divorata.

E’ bellissima, emana una forza e un’intelligenza straordinaria … quest’uomo è riuscito a sopravvivere senza impazzire diciotto anni nel braccio nella morte sapendo di essere innocente.

E la cosa più incredibile è che è sopravvissuto grazie alla magia e alla pratica della magia.

Ho molto da imparare da lui. Credo sia anche per questo che la storia di Damien la sento mia così visceralmente, e che mi abbia colpito come un pugno nello stomaco. Perché è stato incolpato sulla base di un pregiudizio abominevole e ingiustificabile, vittima di una caccia alle streghe assurda.

Perché Damien poteva essere uno dei miei amici. Perché Damien potevo essere io. Perché Damien potevate essere anche voi.

Se volete documentarvi:

PARADISE LOST: Documentario uscito nel 1996 girato durante il processo che per primo denunciò che nella sentenza c’era qualcosa che non andava (in inglese).

Qui ci sono le riprese effettuate durante il processo, in cui si vede e si sente benissimo come gli avvocati e gli esperti chiamati a testimoniare dissero che il fatto di dipingersi le unghie, avere i capelli neri, vestirsi di nero e ascoltare heavy metal sono prove evidenti di satanismo.https://www.youtube.com/watch?v=yS64-KRVG9Q

WEST OF MEMPHIS: Documentario di Peter Jackson (sì, il regista del Signore degli Anelli) uscito nel 2012, sottotitolato anche in italiano. Bellissimo. Ve lo consiglio caldamente.

Trailer: https://www.youtube.com/watch?v=mD3uDntzy-k

Film intero sottotitolato in italiano (da noleggiare su youtube): https://www.youtube.com/watch?v=0Y7xt7d-Im0

L’AUTOBIOGRAFIA di Damien Echols in Italia è stata tradotta con il titolo “IL BUIO DIETRO DI ME” ed. Einaudi http://www.ibs.it/…/echols-damien/buio-dietro-me.html…http://www.pearljamonline.it/…/FREE…/echolsbook.jpeg

Echols ha anche pubblicato un libro dove narra delle pratiche magiche che lo hanno salvato dal braccio della morte, intitolato “HIGH MAGICK” https://www.amazon.it/Magick-pratiche-spirituali-salvato-braccio/dp/889986358X/ref=asc_df_889986358X/?tag=googshopit-21&linkCode=df0&hvadid=498945106212&hvpos=&hvnetw=g&hvrand=5903759394112920232&hvpone=&hvptwo=&hvqmt=&hvdev=c&hvdvcmdl=&hvlocint=&hvlocphy=20620&hvtargid=pla-1186035658453&psc=1